Acquisto Modem-Router-Telefono con pagamento a rate

Esempio:

la società Rossini Srl riceve dalla Wind una fattura relativa all’acquisto di un router: il costo di acquisto del bene ammonta a 200 euro. IVA 22%.

Il contratto prevede che il costo di acquisto del modem venga pagato in 12 rate addebitate in bolletta.

Successivamente la ditta Rossi riceve la fattura relativa al consumo di telefonia pari a 70 euro + IVA 22%. Sulla fattura viene addebitata anche la prima rata relativa al modem per un importo pari 20,33 euro.

Pertanto la fattura sarà pari a 105,73 (70 + 15,40 + 20,33).

Vediamo come si dovrà procedere a registrare le due fattura.

Fattura di acquisto del modem:

Diversi a Debiti v/fornitori 244,00

Mobili e macchine d’ufficio

200,00

IVA su acquisti

44,00

Nel nostro caso, visto che il bene ha un valore inferiore a 516,46 euro si può valutare se è il caso di portare il costo direttamente a Conto economico e non rilevarlo tra i beni pluriennali.

Ovviamente, per il momento, il debito verso il fornitore va lasciato aperto dato che esso sarà pagato a rate con le successive bollette.

Fattura di acquisto relativa al consumo di telefonia

Al momento in cui si riceve la fattura relativa ai consumi, che comprende anche la rata relativa al modem, occorre rilevare il costo per il consumo e chiudere il conto Debiti v/fornitori per la rata addebitata in bolletta.

Diversi a Debiti v/fornitori 105,73

Spese telefoniche 70,00

IVA su acquisti 15,40

Debiti v/fornitori 20,33

Pagamento della fattura di acquisto relativa al consumo di telefonia

Il pagamento della bolletta porterà a saldare sia il debito per il consumo di telefonia, che quello relativo alla rata del modem.

Debiti v/fornitori a Banca c/c 105,73

Registraz. EXPERTUP Minimi Forfettari, INTRASTAT

Registrazione MINIMI/FORFETTARI/PRESTAZIONI OCCASIONALI CON RITENUTA

Se Ditta e SI VUOLE REGISTRARE UN ACQUISTO: Codice causale 21 e il tipo bene 556 e (regimi agevolati) poi codice IVA 801 (se forfettari) o 800 (regime dei minimi).

Se fattura da professionisti Professionisti Codice causale 140 e il tipo bene 556 e poi codice IVA 801 (se forfettari) o 800 (regime dei minimi)

PRESTAZIONI OCCASIONALI

CODICE CAUSALE 140 (DA PROFESSIONISTI CON RITENUTA), TIPO BENE 140, CAUSALE IVA 707 (se manca il carattere della abitualità), 

INTRASTAT

Se si vuole registrare fatture da CEE ovvero estero per MODELLO INTRA CON PRESENTAZIONE MOTIVI STATISTICI

CAUSALE CONTABILE 34

TIPO BENE INTRA CEE

001 merci c/acquisti
101 merci destinati alla rivendita
017 prestazione servizi esteri

217 PRESTAZIONE DI SERVIZI NAZIONALI ITALIA

CODICE IVA INTRA CEE

322 MERCI CEE

422 SERVIZI CEE